Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie. Scopri di più sui cookie nella nostra pagina sulla Politica sui Cookie.

Associazione Scientifico Culturale
ASC EmpiricaMente

Scienze naturali

Scritto da Enrico Bonfante

profilo sudamerica africaQuando andiamo ad osservare su una cartina geografica il profilo orientale della costa sud americana e quello occidentale del continente africano, non possiamo non notare come sembrino combaciare perfettamente, quasi fossero i pezzi di un puzzle. Questa somiglianza ha portato diversi scienziati a ipotizzare che i due continenti fossero un tempo parte di un supercontinente.

La teoria della deriva dei continenti è stata formulata la prima volta nel 1912 da Alfred Wegener, che appunto ipotizzò che i continenti terrestri si spostassero con il passare dei millenni. Alla base della sua teoria erano portate come prove le conformazioni topografiche delle terre emerse.

Scritto da REINVENTORE

Nel 1638, tre anni prima di morire, Galileo pubblicò il suo ultimo libro, che è forse il suo testamento scientifico più importante, i “Discorsi e dimostrazioni matematiche intorno a due nuove scienze attenenti alla mecanica & i movimenti locali”, o semplicemente “I Discorsi”. Nei Discorsi, in modo didattico e un po’ teatrale, i tre personaggi Salviati, Sagredo e Simplicio discorrono per quattro giornate (come nel precedente Dialogo del 1632), e parlano di svariati argomenti, di meccanica, di aria, di moto dei proiettili, di resistenza dei materiali.

Scritto da Enrico Bonfante

Il Sistema Terra"Un attimo dopo mi ero spostato su una zona pianeggiante innevata con nulla attorno se non spazio in ogni direzione... avevamo raggiunto il tetto del mondo! Erano le 11:30 del 29 maggio 1953. La vista era più spettacolare verso est, dove i giganti Makalu e Kangchenjunga dominavano l'orizzonte e ci ha dato un'idea dell'impressionante grandezza della catena Himalayana. La vista a nord era un contrasto fortissimo: centinaia di miglia di arido altipiano Tibetano". Così descriveva Sir Edmund Hillary nel suo libro "View From the Summit" la vista dal punto d'arrivo della sua storica scalata della vetta più alta del mondo, il Monte Everest, nella catena dell'Himalaya. Da questa descrizione partiamo per comprendere meglio come il nostro pianeta non sia un insieme slegato di sistemi, ma bensì un "organismo" in evoluzione costante e a 360 gradi.

Scritto da Enrico Bonfante

Marmotta Alpina in posizione da sentinellaChi ama la montagna sicuramente si sarà imbattuto qualche volta in un simpatico animale comune sulle nostre Alpi: la marmotta. Quella visibile sulle Alpi e preAlpi è la cosiddetta Marmotta Alpina (scientificamente chiamata Marmota Marmota). Roditore appartenente alla famiglia degli sciuridi, come lo scoiattolo, a differenza di quest'ultimo vive a terra e non sugli alberi. Solitamente forma gruppi numerosi, che scavano un'intricata rete di cunicoli.

Scritto da Enrico Bonfante

Il continente ArticoNel corso degli ultimi 100 anni o giù di lì, gli scienziati hanno notato che la temperatura media dell'intera superficie della Terra è andata progressivamente aumentando. Questo aumento della temperatura è noto come "riscaldamento globale" (un aumento osservato, della temperatura superficiale globale media della Terra). Dal 1906 al 2005, la temperatura media della superficie terrestre è aumentata di 0,74 °C (pari a 1,33 °F).