Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookie. Scopri di più sui cookie nella nostra pagina sulla Politica sui Cookie.

Associazione Scientifico Culturale
ASC EmpiricaMente

Scienze sociali

Scritto da Silvia Aprili

regressione

E' uno stile difensivo che qualsiasi genitore può aver osservato nel proprio figlio quando quest'ultimo ha fame o è estremamente stanco e manifesta comportamenti appartenenti ad uno stadio evolutivo precedente. La progressione evolutiva dell'uomo di tipo emotivo, sociale non avviene per i diversi ambiti su una linea retta ma subisce fluttuazioni nella crescita personale, pertanto un adulto stanco o affamato puà capitare che si lamenti come un bambino.

 

Nel setting psicoanalitico si può osservare questo comportamento quando un paziente riesce ad assumere una modalità relazionale differente, potrebbe definirsi tale variazione una progressione clinica, un obiettivo raggiunto,
ad es. il paziente può arrivare a confidare qualche cosa che precedentemente non era riuscito ad esprimere oppure può diventare ribelle o critico, può esprime rabbia..; normalmente dopo questa fase espressiva nella seduta che si sussegueil paziente rientra ad essere come era precedentemente, prima del cambiamento.

Il terapeuta deve saper gestire questa continua oscillazione in avanti ed indietro e deve saper cogliere se nella globalità ci sia realmente una qualche progressione senza frustrazioni.

A livello psicoanalitico la regressione deve essere inconscia, alcuni esempi possono essere una donna che assume atteggiamenti infantili e compiacenti dopo aver soddisfatto una qualche aspirazione personale oppure un uomo che rimprovera la moglie dopo aver raggiunto un livello di intimità maggiore con lei. In questi casi il significato della regressione è psicoanalitico perchè essi non hanno agito consapevolmente.

Alcune persone usano la regressione più di altre. Addirittura capita che taluni reagiscano ai cambiamenti ammalandosi nonostante non abbiano malattie diagnosticabili. Questa variante si chiama SOMATIZZAZIONE. Gli ipocondriaci usano la regressione come mezzo di difesa primario per affrontare aspetti problematici della vita. Lamentano continui disagli fisici e preoccupazioni ma non rispondono positivamente a nessun trattamento sanitario. Possono provocare angoscia e malessere anche a coloro che gli stanno attorno.

Questa modalità difensiva caratterizza la PERSONALITA' INFANTILE.

Categoria: